...talkin' about television...
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Originalità e sperimentazione della televisione italiana..

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Matrix86
newby
avatar

Messaggi : 45
Punti : 5965
Data d'iscrizione : 17.10.10
Età : 32
Località : Seregno

MessaggioTitolo: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Dom Ott 17, 2010 3:15 pm

Da molti anni ormai guardo pochissimo la tv ma essendo appassionato di cinema e di serie tv osservo sempre con molta attenzione i palinsesti per trovare spunti di interesse per quanto riguarda la roba da vedere e da procurarmi..

L'opinione che mi sono fatto è che la televisione italiana ormai sia molto più attenta alla battaglia per l'auditel e per gli introiti pubblicitari piuttosto che ai contenuti..

Da diversi anni non c'è più sperimentazione e non esiste innovazione nei palinsesti..Dando un'occhiata veloce si vede Grande Fratello 11,Distretto Di Polizia 10,Un Medico in Famiglia 7,I Cesaroni non so fino a che serie.. I varietà sono gli stessi da 10 anni(C'è Posta Per Te,Amici,Le Iene,Zelig,Ciao Darwin..)
Rai1 per tutta la stagione invernale punta sempre di domenica e lunedì su fiction di qualità medio-bassa e si porta a casa sempre i suoi 5 o 6 milioni di spettatori..

I film in prima visione ormai non fanno più ascolti perchè grazie ai formati digitali e alla pirateria ormai nessuno dopo 2 o 3 anni dall'uscita non li ha ancora visti..
Filmoni come V Per Vendetta sono stati trasmessi in prima tv verso la mezzanotte o ad orari assurdi..

Per avere buoni ascolti quindi bisogna puntare su contenuti di qualità medio-bassa e soprattutto ben consolidati nelle menti dei telespettatori? E' questo il futuro della tv?
Quando riusciremo a produrre una serie tv o una fiction sui livelli di quelle americane di questo passo?
L'unica serie tv italiana di qualità che ho visto negli ultimi anni è stata Romanzo Criminale..
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Richard McCartney
Admin
avatar

Messaggi : 118
Punti : 6060
Data d'iscrizione : 12.10.10
Età : 32

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Dom Ott 17, 2010 5:06 pm

INNANZITUTTO COMPLIMENTI!! SEI IL PRIMO UTENTE CHE APRE UN POST SPONTANEAMENTE..E QUESTO PER TV CLASH è UNA GRAN COSA! GRAZIE..!! AH OVVIAMENTE VINCI UN VIAGGIO DA PARTE DEL NOSTRO SPONSOR CHE CONSISTE IN: "gita turistica per le strade di Monza, passo a prenderti io con la seicento.." Very Happy Very Happy Very Happy

"Bando alle ciance" come diceva un noto presentatore...

La sperimentazione televisiva è un argomento tanto importante quanto delicato secondo me.

Innanzitutto guardiamoci indietro: la televisione italiana, diciamocelo, ha sempre fatto fatica rispetto alle altre...basti pensare che per produrre un prodotto seriale italiano e qualitativamente alto si è dovuti aspettare "Un posto al sole".

Per quanto riguarda il palinsesto hai ragione, è deludente. Però secondo me oramai si sta puntando alla pay-per-view e alla cinema on demand...e anche li se dovessimo analizzare il palinsesto dei canali premium ne vedremmo delle...brutte.. Very Happy Mi piacerebbe che qualcuno aprisse un topic sky Vs premium..

La mia risposta alla mancanza di innovazione è che la loro strategia funziona ahimè...ovvero "squadra che vince non si cambia". Lo stesso GF per citare un argomento gia trattato qui su tv clash è stato un vero esperimento solo alla prima edizione, le altre sono state edizioni sicure su cui modellare il prodotto...idem con le serie tv. Per cui: mancanza di innovazione sul piano di contenuti ( E penso che chiunque accetti di scrivere su tv clash sia d'accordo! ) ma secondo me la qualità è rimasta costante...
L'errore che si commette è che noi siamo la fetta giovane - e molto minore - degli ascoltatori e gridiamo a gran voce quello che VOGLIAMO VEDERE NOI!
Purtroppo però...siamo un paese vecchio, dove i numeri in tv li fanno i nostri genitori e soprattutto gli anziani...e questo a da tenere a mente.

Io..cmq..le serie tv..me le guardo sul computer e rigorosamente americane...!! Very Happy Very Happy Very Happy


_________________
"è nel momento in cui dubiti di volare che perdi per sempre la facoltà di farlo."
Jim Morrison

"la realtà toglie molto all'immaginazione."
John Lennon

"la televisione fa male ai bambini"
Prof. Agostini, docende di giornalismo in un'ora di lezione.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Berio
Admin
avatar

Messaggi : 132
Punti : 6125
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Dom Ott 17, 2010 5:51 pm

grande matrix...hai sollevato non una questione, ma LA questione...che mi perseguiterà per tutta la vita e che mi spinge a fare di tutto per finire i miei studi all'estero....

innanzitutto dico che condivido pienamente la scarsità di originalità nei contenuti e potrebbe essere vero, come dice ricky che di giovani che "fanno" televisione proprio non se ne vedono...e secondo me i problemi sono molteplici, vediamo se riesco a farveli ripercorrere per come li vedo io..

partiamo prima da una cosa. ricordo la risposta di una nostra docente di tv che a una nostra domanda, a riguardo della programmazione del sabato sera, dove effettivamente non troviamo nulla di interessante, rispose che NOI giovani non troviamo nulla di interessante.
ma effettivamente di gente incollata alla tv il sabato sera ce n'è tanta, più di quanta ne possiamo immaginare. anche perchè noi 8 sabato sera su 9 cosa facciamo? di certo non guardiamo la tv...

il punto è che bisogna spostare l'attenzione su CHI vede COSA. credo che la maggior parte delle persone che parteciperanno a questo forum, vadano dai 20 ai 30 anni, e la televisione la guardino in media,se va bene, per mezzoretta/un'oretta al giorno per tutta la settimana. a parte qualche eccezione.
questo in parte, e ripeto in parte, può spiegare i contenuti che NOI riteniamo poco interessanti. sottolineo noi, perchè di mamme, papà, nonni e nonne che guardano distretto di polizia 10, un medico in famiglia 7, eccecc ce ne sono davvero molti. anche se sono il primo a dire che, va bene che dobbiamo farci "rassicurare" dal sentirci raccontare sempre le stesse storie, ma in effetti qui si esagera.
e questo spiega, perchè sulla payTV che è molto più giovanile, troviamo contenuti molto più interessanti. che poi anche li i contenuti italiani siano il 2% rispetto quelli americani non fa altro che confermare quello che pensiamo noi sulla capacità creativa di questo paese...tanti parlano anche di mancanza di investimenti ma non credo che il problema sia solo quello...

ora parliamo di quello che è lo scopo della tv italiana fin dalle sue origini e quello che è invece la tv americana. educare VS intrattenere. ideologia che secondo me ci tiene imprigionati in un concetto oltre al quale ogni tanto dovremmo spingerci. e ripeto ogni tanto, non sempre. ma che i produttori italiani a mio modo di vedere non fanno praticamente mai.
anche romanzo criminale, riconosciuto come prodotto d successo di che cosa parla?
del crimine, della mafia, bla bla bla bla bla sinceramente bello quanto volete, ma è dal 1984 con la prima miniserie di successo La Piovra che vengono raccontate queste storie!
in mezzo ci sono stati Distretto di polizia, Ultimo, Carabinieri, L'onore e il rispetto, Ris, La squadra...e potrei andare ancora avanti..non so voi ma io mi son rotto le balle...i successi come LOST, Prison Break, Dexter, ecc ecc per noi rimangono solo un miraggio..come mai?!
ora basta senò scrivo un poema e vi passa la voglia di leggere...un'ultima cosa..vi viene in mente una serie televisiva animata italiana paragonabile ai Simpson o ai Griffin?!non credo proprio...

_________________
Crediamo soltanto a ciò che vediamo, perciò, da quando c'è la televisione, crediamo a tutto.
[Dieter Hildebrandt]
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Richard McCartney
Admin
avatar

Messaggi : 118
Punti : 6060
Data d'iscrizione : 12.10.10
Età : 32

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Dom Ott 17, 2010 6:26 pm

attenzione perchè qui con questo argomento berio si strippa troppo... Very Happy Very Happy Very Happy

cmq berio..mi sa che hai frainteso. Con il termine "fanno la televisione" intendo dire a livello di dati auditel..che, per cui, la guardano. Una volta precisato questo..mi sa che stiamo dicendo la stessa cosa... Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy

ps - e cmq NON E' "UNA nostra docente di..." ma è LA DOCENTE..!! Very Happy

spero che accetti l'invito e partecipi al forum insieme ad altri suoi personaggi/collaboratori di tuttissimissimo rispetto.

Inolte appena riesco ad avere l'autorizzazione(devo ancora chiedere il permesso Very Happy) psterò qualcosa su una nuova serie che di sperimentale ha davvero molto, se non tutto, e...è anche italiana!!! per cui STAY TUNED!!

_________________
"è nel momento in cui dubiti di volare che perdi per sempre la facoltà di farlo."
Jim Morrison

"la realtà toglie molto all'immaginazione."
John Lennon

"la televisione fa male ai bambini"
Prof. Agostini, docende di giornalismo in un'ora di lezione.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Berio
Admin
avatar

Messaggi : 132
Punti : 6125
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Dom Ott 17, 2010 7:18 pm

AHAHAHAHAH bella ricky mi hai capito subito...mi sto troppo strippando qui!!!
si in effetti non avevo capito..! hai ragione..

ed hai ragione anche che non è una docente...ma LA docente!!! ahahah mitica..speriamo arrivino presto dai..!
e speriamo anche di parlare presto di quel programma che è molto interessante...

_________________
Crediamo soltanto a ciò che vediamo, perciò, da quando c'è la televisione, crediamo a tutto.
[Dieter Hildebrandt]
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Marie Magdalene D.
newby
avatar

Messaggi : 108
Punti : 6037
Data d'iscrizione : 16.10.10
Età : 33

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Lun Ott 18, 2010 12:37 am

uh mamma, voi due in topic separati da ora in poi eh! scusate se stasera scrivo a quest'ora ma il mio gatto ha deciso di farsi mordicchiare il sedere così siamo tornati ora dal veterinario. tornando in argomento, permettetemi di dissentire prima cosa su quello scritto in maiuscolo dal richard. sono stata effettivamente io la prima ad essermi espressa con il concept poi rivelatosi descrizione del personaggio di House. cosa vinco? cosa vinco?
finito il circo, vediamo un po'...tutto quello che avete detto è giustissimo, in pratica le reti (definisco così tutte le persone che decidono chi e cosa deve andare in onda) fanno valere la vecchia e cara regola che ci lascia la strada vecchia per la nuova sa quello che lascia ma non sa quello che trova. anche il loro è un ragionamento che non fa una piega. il guiao è che lo applicano a prodotti che sono già di per sè poco interessanti. sto ovviamente parlando in soggettiva ma credo di rappresentare un buon numero di damigelle nostre connazionali. un medico in famiglia era bellino quando era una novità, oggi lino banfi più che nonno libero rappresenta liberateci da sto nonno. inutile poi andare avanti. nessuno investe in nuovi progetti ma è forse perchè non ce ne sono? ohi ohi io non sono così informata ma direi che si può analizzare questa ripetitività anche dal punto di vista dell'offerta e non solo del vantaggio numerico. eh non ci sono idee brillanti perchè siamo tutti abbacchiati. non vorrei essere eccessivamente drammatica con questa affermazione, però chi ha voglia di mettersi a spremere meningi tutto il giorno per cacciare un'idea, anzi L'IDEA se poi basta guardarsi attorno per chiedersi "ma lo devo fare per che cosa? si ok i soldi ti fanno mangiare ma io la faccia in questa televisione mica ce la metto...!".
il cartone animato. no non ce n'è. mi sovvengono le vignette di vauro ma non è la stessa cosa.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Richard McCartney
Admin
avatar

Messaggi : 118
Punti : 6060
Data d'iscrizione : 12.10.10
Età : 32

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Lun Ott 18, 2010 12:33 pm

io ti vorrei rispondere con una cosa che da una parte esula dall'argomento trattato..ma, se guardiamo bene, dall'altra centra in pieno il bersaglio.
E' un intervento di Francesco Alberoni in prima pagina sul Corriere della Sera di oggi e mi ha colpito stamane leggendolo mentre andavo in uni in metro.
Fondamentalmente penso che inquadri bene il tuo/nostro ragionamento estendendolo alla società, in generale, di oggi...in più caso vuole che io lo stessi leggendo prima di andare in uni..e l'università è paragonabile ad un piccolo ecosistema sociale, nella fattispecie la MIA università si colloca bene nel quadro dipinto da Alberoni.

ecco il link..
QUI

_________________
"è nel momento in cui dubiti di volare che perdi per sempre la facoltà di farlo."
Jim Morrison

"la realtà toglie molto all'immaginazione."
John Lennon

"la televisione fa male ai bambini"
Prof. Agostini, docende di giornalismo in un'ora di lezione.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Marie Magdalene D.
newby
avatar

Messaggi : 108
Punti : 6037
Data d'iscrizione : 16.10.10
Età : 33

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Lun Ott 18, 2010 2:16 pm

sono stata a modena qualche settimana fa, al festival della filosofia in cui c'era proprio bauman che esponeva questo concetto della società liquida applicato alla fiducia. mi sa che, con molta probabilità c'era anche alberoni! il canuto prof. mentre si sfumazzava la pipa, ci spiegava che l'occasione fortuita è un 50-50 tra l'incomprensibile caso e la nostra fede (o volontà) che agisce su di esso. bene, se questa opportunità ci si presenta in un contesto sociale liquido è normale trovarsi in difficoltà. poggiare un secondo trespolo su di un primo con una gamba compromessa ti può permettere di arrivare in alto oppure ti fa cascare (e magari ti rompi la zucca). però bauman ci da una gran bella lezione e sono contenta di esserci andata. in pratica parla di ritorno alla spiritualità come necessita di fede (anche in parte riflessiva, cioè voler avere fede) che tocca il piano dello spirito e quindi perde razionalità. si ha da andare un po' alla cieca? non lo so e non credo intendesse proprio una cosa del genere però condivido. basti pensare alle religioni quante persone uniscono. e così si perde l'individualità acquisendo maggiore sicurezza. lui poi fa preciso riferimento alla classe povera che è l'unica solida in mezzo al liquido però in questo articolo è già applicato benissimo ad un altro contesto. personalmente (e spiritualmente) poi, qui, mi collego con un altro discorso, il karma ossia il caro vecchio principio di causa-effetto. non posso non rimarcare però la mia perplessità...basterà davvero quella fede? auguriamoci di sì e che qualcuno ne faccia largo uso, almeno così avremo finalmente un prodotto italiano che spacca il c*** all'america eheheh!

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Richard McCartney
Admin
avatar

Messaggi : 118
Punti : 6060
Data d'iscrizione : 12.10.10
Età : 32

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Lun Ott 18, 2010 8:45 pm

ma dici che in qualche modo questo concetto baumaniano abbia a che fare in qualche modo con il concetto di mcluhan(sebbene molto più concreto) della retribalizzazione??

e poi hai parlato di karma...permettimi..ma mi viene in mente anche "my name is earl"...chi se la sente sta volta di aprire un post??

_________________
"è nel momento in cui dubiti di volare che perdi per sempre la facoltà di farlo."
Jim Morrison

"la realtà toglie molto all'immaginazione."
John Lennon

"la televisione fa male ai bambini"
Prof. Agostini, docende di giornalismo in un'ora di lezione.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Marie Magdalene D.
newby
avatar

Messaggi : 108
Punti : 6037
Data d'iscrizione : 16.10.10
Età : 33

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Lun Ott 18, 2010 11:15 pm

detribalizzazione (intendevi questa ma hai messo la R per sbaglio vero?). parolona per spiegare che la cutlura di X è quella del se non vedo non credo se è superiore a quella di Y che preferisce un più rielaborato sentire (con le orecchie eh) per credere. in pratica si, ci sta la tua domanda e la risposta è: ovviamente. usare l'orecchio come organo ricettivo quindi ci porta al contatto con l'altro, all'affidarsi a ciò che ci viene detto. anche un pochino alla ricerca del sapere no? comunque, se per assurdo fossimo tutti ciechi dovremmo affidarci per forza alle parole delle altre persone. il guaio è questo: nel nostro argomento di discussione, ovvero l'ideazione di una serie tv (missile terra-terra) non direi proprio che bastino le parole "te prova, abbi fiducia e volontà". è tutto troppo semplice. c'è invece bisogno di riscontri tangibili (visivi) perchè la pellaccia, diciamocela tutta dai, non la vuole più rischiare nessuno. tornando un attimino a bauman, la sua idea ahinoi è utopistica. ma questa è un'altra pagina.

io pensavo più al karma e al ciclo del samsara però è vero, my name is earl è un topic da aprire e sarò generosa standomene buonina.

Wink
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ali.Ce
newby
avatar

Messaggi : 13
Punti : 5925
Data d'iscrizione : 16.10.10
Età : 29

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Mar Ott 19, 2010 12:44 am

"ma dici che in qualche modo questo concetto baumaniano abbia a che fare in qualche modo con il concetto di mcluhan(sebbene molto più concreto) della retribalizzazione??"




Riky,mi spingi ad andarmene.
afro
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Richard McCartney
Admin
avatar

Messaggi : 118
Punti : 6060
Data d'iscrizione : 12.10.10
Età : 32

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Mar Ott 19, 2010 11:43 am

io dicevo ri-tribalizzazione..ritorno alla tribalizzazione della società...

dai ali non te ne andare....infondo la tv è anche sociologia..!!

_________________
"è nel momento in cui dubiti di volare che perdi per sempre la facoltà di farlo."
Jim Morrison

"la realtà toglie molto all'immaginazione."
John Lennon

"la televisione fa male ai bambini"
Prof. Agostini, docende di giornalismo in un'ora di lezione.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Marie Magdalene D.
newby
avatar

Messaggi : 108
Punti : 6037
Data d'iscrizione : 16.10.10
Età : 33

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Mar Ott 19, 2010 1:14 pm

ahhhh eh vedi? mi ci vuole dell'università altrimenti io vago per le mie frammentarie nozioni del liceo e non ci capisco più un cavolo. se spieghi in due righe cosa intendevi te, sarò più contenta (e saprò di cosa parli).

Wink
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Richard McCartney
Admin
avatar

Messaggi : 118
Punti : 6060
Data d'iscrizione : 12.10.10
Età : 32

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Mar Ott 19, 2010 8:14 pm

no ma lasciamo stare...sono viaggi miei...inutili... Wink
lol!

_________________
"è nel momento in cui dubiti di volare che perdi per sempre la facoltà di farlo."
Jim Morrison

"la realtà toglie molto all'immaginazione."
John Lennon

"la televisione fa male ai bambini"
Prof. Agostini, docende di giornalismo in un'ora di lezione.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Marie Magdalene D.
newby
avatar

Messaggi : 108
Punti : 6037
Data d'iscrizione : 16.10.10
Età : 33

MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   Mar Ott 19, 2010 10:19 pm

Richard McCartney ha scritto:
no ma lasciamo stare...sono viaggi miei...inutili... Wink
lol!

passa il nome dello spacciatore allora!

Wink
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Originalità e sperimentazione della televisione italiana..   

Torna in alto Andare in basso
 
Originalità e sperimentazione della televisione italiana..
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» coloreria italiana
» Collegare il tuner all'antenna della tv?
» Mostra da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura italiana dell’Ottocento. Palazzo Martinengo di Brescia, dal 21 gennaio all'11 giugno 2017.
» Master in Didattica della Lingua Italiana o Master in Didattica del Latino?
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
TV CLASH :: TALKIN' ABOUT... :: about...TELEVISION-
Vai verso: